La Spada in Massoneria, simboli e significati

Se la simbologia massonica è una simbologia del mestiere muratorio, che c’entra la spada? In realtà questo strumento è stato considerato simbolo dalla tradizione massonica scozzese. Quindi si verte in tema di esoterismo cavalleresco, innestato nel tronco della massoneria dal Rito Scozzese Antico e Accettato.

Qual era il significato della spada nel ‘700, perché si portava la spada?

Chi portava la spada nel 700 erano i borghesi ed i nobili perché la spada era sì uno strumento di difesa, ma anche un segno di distinzione, un simbolo di emancipazione, e di libertà perché i nobili e i borghesi godevano di libertà che il popolo non possedeva. Quindi, nel suo abbigliamento il popolo non portava spade, ma nascondeva coltelli. Oggi, naturalmente, la spada, è considerato non solo uno strumento ormai desueto, un reperto del passato, ma addirittura oggetto di reato per l’illegittimità della sua detenzione e del suo porto, se non regolato rigorosamente dalla legge. Il suo uso, tuttavia, resiste in ambito cerimoniale. 

  Nella ritualità massonica  persiste l’uso della spada, in determinati momenti. Tre figure rituali, che reggono l’ufficio di loggia, hanno l’uso della spada: l’Esperto, il Copritore, il Maestro Venerabile. In particolare, il Maestro Venerabile utilizza non una spada comune, ma la spada “fiammeggiante”, ovvero con la lama a serpentina, solo nelle cerimonie di iniziazione e di passaggio di grado.

  Le modalità d’uso dipendono dalla ritualità adottata, pertanto il Rito Scozzese avrà una sua ritualità, così come il Rito Francese, il Rito Egizio, il Rito Emulation. Nel Rito Francese tradizionale e nel Rito Scozzese Rettificato la spada, come il copricapo a tricorno, fa ancora parte del corredo delle insegne. Il membro di Loggia è tenuto, pertanto, a presentarsi nelle riunioni rituali con la spada inserita nel fodero sul suo fianco destro. 

  Nell’Ottocento sorsero delle manifatture specifiche delle spade massoniche, di cui si possono ammirare degli esemplari nei musei massonici. La particolarità di tali manifatture consiste nell’inserimento sul manico o sulla lama di simboli massonici. Pertanto, la spada massonica è quella che reca su di sé i simboli massonici.

   Per rispettare la tradizione in modo rigoroso si dovrebbe far uso di spade di foggia settecentesca (periodo in cui nacque la massoneria moderna), i cosiddetti “spadini”, riservando alle logge di ritualità scozzese, di tradizione cavalleresca, le spade di foggia medioevale. Occorre precisare, a tal riguardo, che per non incorrere nei rigori della legge e per sicurezza, tali strumenti devono essere ovviamente privi di affilatura e con punta arrotondata, per uso cerimoniale.

  Il simbolismo esoterico della spada è ricchissimo, e viene affidato alla sensibilità e all’intuizione soggettiva dell’interprete.